Usare correttamente la lingua italiana
 

Intrinseci o intrinsechi?

Maestro Gianni 22 Ago 2017 16:56
I vocabolari sono discordi: il Palazzi dà soltanto intrinsechi, facendo un
passo indietro rispetto al Petrocchi, che preferisce intrinsechi, ma ammette che
intrinseci è più comune. Lo Zingarelli mette alla pari le due forme; il
Migliorini dà la precedenza a intrinseci, ma registra anche intrinsechi come
arcaico e dialettale, il dizionario online
https://dizionario-online.net/intrinseco.html preferisce intrinseco.

E’ ancora la vecchia questione del plurale delle parole in co e go

Qualcuno vorrebbe distinguere tra aggettivi e sostantivi; altri hanno riguardo
all’etimologia (ed è un fatto che tutti i femminili conservano la pronuncia
dura, per *****ogia col singolare, o forse per effetto del dittongo latino).

Ma in realtà quello che decide è l’uso prevalente, che in molti casi si è
stabilizzato (mendichi, aprichi, sebbene sopravvivano un «mendici» in Dante e
un «aprici» in Carducci), mentre in altri casi come per intrinseco, manico,
stomaco, farmaco, astrologo, sociologo, chirurgo, ecc. — lascia sussistere il
dubbio. Generalmente,la pronunzia popolare, propende per chi e ghi.

Voi quale preferite?
Voce dalla Germania 22 Ago 2017 17:11
Maestro Gianni hat am 22.08.2017 um 16:56 geschrieben:
> I vocabolari sono discordi: il Palazzi dà soltanto intrinsechi, facendo un
passo indietro rispetto al Petrocchi, che preferisce intrinsechi, ma ammette che
intrinseci è più comune. Lo Zingarelli mette alla pari le due forme; il
Migliorini dà la precedenza a intrinseci, ma registra anche intrinsechi come
arcaico e dialettale, il dizionario online
https://dizionario-online.net/intrinseco.html preferisce intrinseco.


Prima di continuare la discussione, tenuto conto
dell'evoluzione della ******* nel tempo, che rende citazioni
dantesche come "mendici" poco appropriate per determinare
l'uso nel 2017, potresti indicare per cortesia le date di
pubblicazione dei vocabolari che citi?

A proposito, c'è ancora qualcuno là fuori che usa
comunemente "aprico" (di cui dovrei cercare il significato
:-( in un vocabolario) e "mendico"?
Fathermckenzie 22 Ago 2017 18:22
Il 22/08/2017 17:11, Voce dalla Germania ha scritto:
> A proposito, c'è ancora qualcuno là fuori che usa
> comunemente "aprico" (di cui dovrei cercare il significato
> :-( in un vocabolario) e "mendico"?

Freuqentemente forse no, ma se capita...

--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
Bruno Campanini 22 Ago 2017 20:36
Maestro Gianni formulated on Tuesday :
> I vocabolari sono discordi: il Palazzi dà soltanto intrinsechi, facendo un
> passo indietro rispetto al Petrocchi, che preferisce intrinsechi, ma ammette
> che intrinseci è più comune. Lo Zingarelli mette alla pari le due forme; il
> Migliorini dà la precedenza a intrinseci, ma registra anche intrinsechi come
> arcaico e dialettale, il dizionario online
> https://dizionario-online.net/intrinseco.html preferisce intrinseco.
>
> E’ ancora la vecchia questione del plurale delle parole in co e go
>
> Qualcuno vorrebbe distinguere tra aggettivi e sostantivi; altri hanno
> riguardo all’etimologia (ed è un fatto che tutti i femminili conservano la
> pronuncia dura, per *****ogia col singolare, o forse per effetto del dittongo
> latino).
>
> Ma in realtà quello che decide è l’uso prevalente, che in molti casi si è

> stabilizzato (mendichi, aprichi, sebbene sopravvivano un «mendici» in Dante
e
> un «aprici» in Carducci), mentre in altri casi come per intrinseco, manico,
> stomaco, farmaco, astrologo, sociologo, chirurgo, ecc. — lascia sussistere
il
> dubbio. Generalmente,la pronunzia popolare, propende per chi e ghi.
>
> Voi quale preferite?

chi e ghi

Bruno
Valerio Vanni 23 Ago 2017 02:47
On Tue, 22 Aug 2017 07:56:31 -0700 (PDT), Maestro Gianni
<dizionariosinonimionline@gmail.com> wrote:

>Qualcuno vorrebbe distinguere tra aggettivi e sostantivi; altri hanno riguardo
all’etimologia (ed è un fatto che tutti i femminili conservano la pronuncia
dura, per *****ogia col singolare, o forse per effetto del dittongo latino).
>
>Ma in realtà quello che decide è l’uso prevalente, che in molti casi si è
stabilizzato (mendichi, aprichi, sebbene sopravvivano un «mendici» in Dante e
un «aprici» in Carducci), mentre in altri casi come per intrinseco, manico,
stomaco, farmaco, astrologo, sociologo, chirurgo, ecc. — lascia sussistere il
dubbio. Generalmente,la
pronunzia popolare, propende per chi e ghi.
>
>Voi quale preferite?

Intrinseci/chi, manici, farmaci, astrologhi/gi, sociologi, chirurghi.
La forma dopo la barra non mi suona male.


--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
Valerio Vanni 23 Ago 2017 02:49
On Tue, 22 Aug 2017 17:11:34 +0200, Voce dalla Germania
<traduttore@sags-per-mail.de> wrote:

>A proposito, c'è ancora qualcuno là fuori che usa
>comunemente "aprico" (di cui dovrei cercare il significato
>:-( in un vocabolario) e "mendico"?

Sono due parole che non riesco ad associare.

Aprico non l'ho mai sentito, aprici sì ("Siamo qui di sotto... Aprici
la porta!" ;-) ) ma non è sicuramente quello di cui parlavate.

Mendico mi sembra un termine molto comune.


--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
Fathermckenzie 23 Ago 2017 07:00
Il 22/08/2017 16:56, Maestro Gianni ha scritto:
> Voi quale preferite?

Mèdici, astròlogi, psicòlogi, aspàragi, lotòfagi, anèmici. Eccezione:
stomachi.
Plichi, mendìchi, aprìchi, gechi, copechi. Però amici, greci.

--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
Roger 23 Ago 2017 09:21
Maestro Gianni ha scritto:

> I vocabolari sono discordi: il Palazzi dà soltanto intrinsechi, facendo un
> passo indietro rispetto al Petrocchi, che preferisce intrinsechi, ma ammette
> che intrinseci è più comune. Lo Zingarelli mette alla pari le due forme; il
> Migliorini dà la precedenza a intrinseci, ma registra anche intrinsechi come
> arcaico e dialettale, il dizionario online
> https://dizionario-online.net/intrinseco.html preferisce intrinseco.
>
> E’ ancora la vecchia questione del plurale delle parole in co e go

Vecchia questione che il Gabrielli risolve così:
«Il gran numero di oscillazioni e le difficoltà che si incontrano a
cercare
di stabilire un comportamento preciso in merito hanno indotto molti
grammatici a formulare un giudizio scettico su qualunque tentativo di
sistemazione
per questo settore della formazione del plurale.»

--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Roger 23 Ago 2017 09:30
Fathermckenzie ha scritto:

> Il 22/08/2017 16:56, Maestro Gianni ha scritto:
>> Voi quale preferite?
>
> Mèdici, astròlogi, psicòlogi, aspàragi, lotòfagi, anèmici. Eccezione:
> stomachi.

Incarichi, carichi, pizzichi, valichi, obblighi, naufraghi, prodighi,
ecc.

> Plichi, mendìchi, aprìchi, gechi, copechi. Però amici, greci.

*****i

--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
ADPUF 26 Ago 2017 21:14
Fathermckenzie 07:00, mercoledì 23 agosto 2017:
> Il 22/08/2017 16:56, Maestro Gianni ha scritto:
>> Voi quale preferite?
>
> Mèdici, astròlogi, psicòlogi, aspàragi, lotòfagi, anèmici.
> Eccezione: stomachi.


Io direi stomaci.

Queste sono tutte sdrucciole.


> Plichi, mendìchi, aprìchi, gechi, copechi. Però amici, greci.


E queste sono piane.


--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
ADPUF 26 Ago 2017 21:15
Roger 09:21, mercoledì 23 agosto 2017:
> Maestro Gianni ha scritto:
>
>> I vocabolari sono discordi: il Palazzi dà soltanto
>> intrinsechi, facendo un passo indietro rispetto al
>> Petrocchi, che preferisce intrinsechi, ma ammette che
>> intrinseci è più comune. Lo Zingarelli mette alla pari le
>> due forme; il Migliorini dà la precedenza a intrinseci, ma
>> registra anche intrinsechi come arcaico e dialettale, il
>> dizionario online
>> https://dizionario-online.net/intrinseco.html preferisce
>> intrinseco.
>>
>> E’ ancora la vecchia questione del plurale delle parole in
>> co e go
>
> Vecchia questione che il Gabrielli risolve così:
> «Il gran numero di oscillazioni e le difficoltà che si
> incontrano a cercare
> di stabilire un comportamento preciso in merito hanno indotto
> molti grammatici a formulare un giudizio *scettico* su
> qualunque tentativo di sistemazione
> per questo settore della formazione del plurale.»


Insomma sono scettichi che si possa giugnere a una soluzione
soddisfaciente.


--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Maurizio Pistone 27 Ago 2017 12:31
Ammammata <ammammata@tiscalinet.it> wrote:

> e poi c'è la località Aprica (SO)

Apricale (IM)

--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Usare correttamente la lingua italiana | Tutti i gruppi | it.cultura.linguistica.italiano | Notizie e discussioni linguistica italiano | Linguistica italiano Mobile | Servizio di consultazione news.