Usare correttamente la lingua italiana
 

il barluccicare
1 | 2 |

Mad Prof 26 Lug 2017 19:28
Tony the Ice Man <antonio_foNOSPAM@yahoo.it> wrote:
> Che vuol dire? Lo Zingarelli non l'indica.
>
> Ecco il contesto:
>
https://books.google.com/books?id=6jOJlMoZvvMC&pg=PT161&lpg=PT161&dq=barluccicare&source=bl&ots=EGNauItOD_&sig=tQaOggcfwhVtZroXJWB7-bm1No4&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwjXt9nYtafVAhUIhlQKHfT4BP0Q6AEIKDAA#v=onepage&q=barluccicare&f=false

Luccicare.

Barluccicare in italiano non l'avevo mai sentito, ma a Roma si usa
brilluccicare. Quel barlu- tra l'altro potrebbe avere a che fare con
barlume…

--
73 is the Chuck Norris of numbers.
Dragonòt 26 Lug 2017 21:35
> "Mad Prof" ha scritto:
>> Che vuol dire? Lo Zingarelli non l'indica.
>> Ecco il contesto:
...
>Barluccicare in italiano non l'avevo mai sentito,


Piemontesismo.
"bërluse, sbërluse" = luccicare.
Riccarelli è di Cirié.
Bepe
Dragonòt 26 Lug 2017 21:37
> "Mad Prof" ha scritto:
>> Che vuol dire? Lo Zingarelli non l'indica.
>
> Barluccicare in italiano non l'avevo mai sentito,


Probabilissimo piemontesismo, Riccarelli è di Cirié.
"bërluse/sbërluse" = luccicare.
Bepe
Bruno Campanini 26 Lug 2017 21:58
Dragonòt wrote:
>> "Mad Prof" ha scritto:
>>> Che vuol dire? Lo Zingarelli non l'indica.
>>
>> Barluccicare in italiano non l'avevo mai sentito,
>
>
> Probabilissimo piemontesismo, Riccarelli è di Cirié.
> "bërluse/sbërluse" = luccicare.
> Bepe

Il solito fessacchiotto che pensa, per aver scritto un libro,
gli si possano aggiudicare come licenze poetiche tutte le
storpiature che gli escon dalla penna...

Bruno
Tony the Ice Man 27 Lug 2017 03:12
On 07/26/17 12:58 PM, Bruno Campanini wrote:
> Dragonòt wrote:
>>> "Mad Prof" ha scritto:
>>>> Che vuol dire? Lo Zingarelli non l'indica.
>>> Barluccicare in italiano non l'avevo mai sentito,
>> Probabilissimo piemontesismo, Riccarelli è di Cirié.
>> "bërluse/sbërluse" = luccicare.
>> Bepe
> Il solito fessacchiotto che pensa, per aver scritto un libro,
> gli si possano aggiudicare come licenze poetiche tutte le
> storpiature che gli escon dalla penna...
> Bruno

Allora, che vuol dire "escon?" O, intendi "escono" ma è una predilezione
dei campani che ometton la vocale finale?

Non uso mai gli emoticon. Comunque scherzo.
Ammammata 27 Lug 2017 08:35
Il giorno Wed 26 Jul 2017 09:37:09p, *=?UTF-8?Q?Dragon=C3=B2t?=* ha inviato
su it.cultura.linguistica.italiano il messaggio
news:olar16$1he5$1@gioia.aioe.org. Vediamo cosa ha scritto:

> Probabilissimo piemontesismo

ma anche in Lombardia: "al sbarluscia"

--
/-\ /\/\ /\/\ /-\ /\/\ /\/\ /-\ T /-\
-=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- - -=-
>>>>> http://www.bb2002.it :) <<<<<
........... [ al lavoro ] ...........
Bruno Campanini 27 Lug 2017 10:16
27-07-17 - Tony the Ice Man ha scritto:
> On 07/26/17 12:58 PM, Bruno Campanini wrote:
>> Dragonòt wrote:
>>>> "Mad Prof" ha scritto:
>>>>> Che vuol dire? Lo Zingarelli non l'indica.
>>>> Barluccicare in italiano non l'avevo mai sentito,
>>> Probabilissimo piemontesismo, Riccarelli è di Cirié.
>>> "bërluse/sbërluse" = luccicare.
>>> Bepe
>> Il solito fessacchiotto che pensa, per aver scritto un libro,
>> gli si possano aggiudicare come licenze poetiche tutte le
>> storpiature che gli escon dalla penna...
>> Bruno
>
> Allora, che vuol dire "escon?" O, intendi "escono" ma è una predilezione dei
> campani che ometton la vocale finale?

Vuol dire escono come hai ben immaginato e come credo possano ben
immaginare tutti gli italiani.
Non so nulla di predilezioni campane, ho semplicemente tradotto in
stampa il mio modo di parlare... quando non è il rigore formale
dell'esposizione a preoccuparmi.

> Non uso mai gli emoticon. Comunque scherzo.
Nemmeno io li uso.
Nella circostanza non sarebbero comunque necessari non dovendo
evidenziare alcuno stato emotivo discosto dalla normalità.

Bruno
edi'® 27 Lug 2017 10:21
Il 26/07/2017 19.07, Tony the Ice Man ha scritto:
> Che vuol dire? Lo Zingarelli non l'indica.

Io ho sentito più di una volta /sbarluccicare/ (nel senso di brillare,
luccicare)

E.D.
Valerio Vanni 27 Lug 2017 10:29
On Thu, 27 Jul 2017 10:21:48 +0200, edi'® <zorba@tiscali.it> wrote:
>> Che vuol dire? Lo Zingarelli non l'indica.
>
>Io ho sentito più di una volta /sbarluccicare/ (nel senso di brillare,
>luccicare)

Io ho sentito "sberluccicare".


--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
Dragonòt 27 Lug 2017 19:34
"Ammammata" ha scritto:
>> Probabilissimo piemontesismo
>
> ma anche in Lombardia: "al sbarluscia"


Giusto.
Il REP, facendo riferimento al FEW (del Wartburg) lo dice di etimo ignoto,
derivando da una base prelatina composta dalle radici sinonime *BAL-/*BEL- e
*LOUKO-/*LUKO-.
La seconda radice la conoscevo, la prima in questo momento non mi dice
niente.
Bepe
Tony the Ice Man 27 Lug 2017 20:31
On 07/27/17 1:29 AM, Valerio Vanni wrote:
> On Thu, 27 Jul 2017 10:21:48 +0200, edi'® <zorba@tiscali.it> wrote:
>>> Che vuol dire? Lo Zingarelli non l'indica.
>> Io ho sentito più di una volta /sbarluccicare/ (nel senso di brillare,
>> luccicare)
>
> Io ho sentito "sberluccicare".

Questa parola è nello Zingarelli.
Tony the Ice Man 27 Lug 2017 20:46
On 07/27/17 1:16 AM, Bruno Campanini wrote:
> 27-07-17 - Tony the Ice Man ha scritto:
>> On 07/26/17 12:58 PM, Bruno Campanini wrote:
>>> Dragonòt wrote:
>>>>> "Mad Prof" ha scritto:
>>>>>> Che vuol dire? Lo Zingarelli non l'indica.
>>>>> Barluccicare in italiano non l'avevo mai sentito,
>>>> Probabilissimo piemontesismo, Riccarelli è di Cirié.
>>>> "bërluse/sbërluse" = luccicare.
>>>> Bepe
>>> Il solito fessacchiotto che pensa, per aver scritto un libro,
>>> gli si possano aggiudicare come licenze poetiche tutte le
>>> storpiature che gli escon dalla penna...
>>> Bruno
>> Allora, che vuol dire "escon?" O, intendi "escono" ma è una
>> predilezione dei campani che ometton la vocale finale?
> Vuol dire escono come hai ben immaginato e come credo possano ben
> immaginare tutti gli italiani.
> Non so nulla di predilezioni campane, ho semplicemente tradotto in
> stampa il mio modo di parlare... quando non è il rigore formale
> dell'esposizione a preoccuparmi.
>> Non uso mai gli emoticon. Comunque scherzo.
> Nemmeno io li uso.
> Nella circostanza non sarebbero comunque necessari non dovendo
> evidenziare alcuno stato emotivo discosto dalla normalità.
>
> Bruno

Non pensare che sia passato inosservato che mi hai ritenuto normale.
Bruno Campanini 28 Lug 2017 00:16
Tony the Ice Man explained on 27-07-17 :

>>> Allora, che vuol dire "escon?" O, intendi "escono" ma è una predilezione
>>> dei campani che ometton la vocale finale?
>> Vuol dire escono come hai ben immaginato e come credo possano ben
>> immaginare tutti gli italiani.
>> Non so nulla di predilezioni campane, ho semplicemente tradotto in
>> stampa il mio modo di parlare... quando non è il rigore formale
>> dell'esposizione a preoccuparmi.
>>> Non uso mai gli emoticon. Comunque scherzo.
>> Nemmeno io li uso.
>> Nella circostanza non sarebbero comunque necessari non dovendo
>> evidenziare alcuno stato emotivo discosto dalla normalità.
>>
>> Bruno
>
> Non pensare che sia passato inosservato che mi hai ritenuto normale.

Se qualcuno mostra risentimento nel sentirsi giudicato normale
io comincio a pensare che normale proprio non lo sia.

Comunque non volevo assolutamente definirti tale.
Se ciò hai creduto... beh rettifica la tua convinzione:
ti sto fornendo l'interpretazione autentica del mio pensiero.

Bruno
Tony the Ice Man 28 Lug 2017 02:17
On 07/27/17 3:16 PM, Bruno Campanini wrote:
> Tony the Ice Man explained on 27-07-17 :
>>>> Allora, che vuol dire "escon?" O, intendi "escono" ma è una
>>>> predilezione dei campani che ometton la vocale finale?
>>> Vuol dire escono come hai ben immaginato e come credo possano ben
>>> immaginare tutti gli italiani.
>>> Non so nulla di predilezioni campane, ho semplicemente tradotto in
>>> stampa il mio modo di parlare... quando non è il rigore formale
>>> dell'esposizione a preoccuparmi.
>>>> Non uso mai gli emoticon. Comunque scherzo.
>>> Nemmeno io li uso.
>>> Nella circostanza non sarebbero comunque necessari non dovendo
>>> evidenziare alcuno stato emotivo discosto dalla normalità.
>> Non pensare che sia passato inosservato che mi hai ritenuto normale.
>
> Se qualcuno mostra risentimento nel sentirsi giudicato normale
> io comincio a pensare che normale proprio non lo sia.
>
> Comunque non volevo assolutamente definirti tale.
> Se ciò hai creduto... beh rettifica la tua convinzione:
> ti sto fornendo l'interpretazione autentica del mio pensiero.

Che risentimento? Tale interpretazione avrebbe bisogno d'uno stato
emotivo discosto dalla normalità.
Klaram 28 Lug 2017 14:56
Dragonòt scriveva il 27/07/2017 :
> "Ammammata" ha scritto:
>>> Probabilissimo piemontesismo
>>
>> ma anche in Lombardia: "al sbarluscia"
>
>
> Giusto.
> Il REP, facendo riferimento al FEW (del Wartburg) lo dice di etimo ignoto,
> derivando da una base prelatina composta dalle radici sinonime *BAL-/*BEL- e
> *LOUKO-/*LUKO-.
> La seconda radice la conoscevo, la prima in questo momento non mi dice
> niente.
> Bepe

Louko > lucere > luccicare, con s intensiva e il prefisso bar
(piem.bër) peggiorativo. Come bërtavela (parlantina fasti*****sa) da bër
e tavela, arcolaio.

Il piem. bër può anche derivare dalla radice latina bis, bërsach
bisaccia, doppio sacco.

k
Klaram 28 Lug 2017 14:57
Bruno Campanini ha pensato forte :
> Dragonòt wrote:
>>> "Mad Prof" ha scritto:
>>>> Che vuol dire? Lo Zingarelli non l'indica.
>>>
>>> Barluccicare in italiano non l'avevo mai sentito,
>>
>>
>> Probabilissimo piemontesismo, Riccarelli è di Cirié.
>> "bërluse/sbërluse" = luccicare.
>> Bepe
>
> Il solito fessacchiotto che pensa, per aver scritto un libro,
> gli si possano aggiudicare come licenze poetiche tutte le
> storpiature che gli escon dalla penna...

Non conosco il testo né l'autore, ma l'uso intelligente e voluto di
dialettismi non è affatto da fessacchiotti.

Berluccicare (bërlusé/sbërlusé) non significa solo "luccicare" (lusé),
ma è un luccichio in movimento, come, ad esempio, quello dell'acqua.

Però non è detto che sia un piemontesismo, si trova anche al Sud.
In Camilleri sbarluccicare diventa sparluccicari.

k
Bruno Campanini 28 Lug 2017 16:01
It happens that Klaram formulated :
> Bruno Campanini ha pensato forte :

> Non conosco il testo né l'autore, ma l'uso intelligente e voluto di
> dialettismi non è affatto da fessacchiotti.
>
> Berluccicare (bërlusé/sbërlusé) non significa solo "luccicare" (lusé),
ma è
> un luccichio in movimento, come, ad esempio, quello dell'acqua.
>
> Però non è detto che sia un piemontesismo, si trova anche al Sud.
> In Camilleri sbarluccicare diventa sparluccicari.
Quando si scrive una parola che non è nei dizionari della nostra *******
ancorché corrispondente a un dialettismo nostrano, direi
ch'è d'uopo annotarne il significato.
Ove ciò non avvenga chi legge può anche legittimamente considerar
fessacchiotto chi l'ha scritta.

L'attributo fessacchiotto potrebbe anche essere girato
all'OP laddove l'annotazione esistesse e questi non l'avesse letta.
Ma è un'ipotesi che nella circostanza non mi pare plausibile.

Che poi a te ne sia noto il significato, buon per te... ma non per me.

Bruno
Tony the Ice Man 28 Lug 2017 20:11
On 07/28/17 7:01 AM, Bruno Campanini wrote:
> It happens that Klaram formulated :
>> Bruno Campanini ha pensato forte :
>> Non conosco il testo né l'autore, ma l'uso intelligente e voluto di
>> dialettismi non è affatto da fessacchiotti.
>> Berluccicare (bërlusé/sbërlusé) non significa solo "luccicare"
>> (lusé), ma è un luccichio in movimento, come, ad esempio, quello
>> dell'acqua.
>> Però non è detto che sia un piemontesismo, si trova anche al Sud.
>> In Camilleri sbarluccicare diventa sparluccicari.
> Quando si scrive una parola che non è nei dizionari della nostra
> ******* ancorché corrispondente a un dialettismo nostrano, direi
> ch'è d'uopo annotarne il significato.
> Ove ciò non avvenga chi legge può anche legittimamente considerar
> fessacchiotto chi l'ha scritta.
> L'attributo fessacchiotto potrebbe anche essere girato
> all'OP laddove l'annotazione esistesse e questi non l'avesse letta.
> Ma è un'ipotesi che nella circostanza non mi pare plausibile.
> Che poi a te ne sia noto il significato, buon per te... ma non per me.

Buon anche per Ugo Riccarelli, che questa parola non è stata notata
dalla commissione che gli ha attribuito il premio Strega per questo
romanzo. Communque, morì, come morì Mark Twain, uno scrittore americano
che ha anche usato il dialetto per esprimere al lettore l'ambienza del
suo soggetto così hanno solamente i loro capolavori per sostenere le
loro opinioni.

Per quanto riguarda la mia opinione, ti ringrazio per il divertamento
del tuo i*****letto, e per l'opportunità d'imparare due altre parole che
non è nello Zingerelli: fessacchiotto che è una derivation di fesso, e
uòpo, usata molto raremente e un po' archaica, che esiste nel dizionario
con l'ortographia diversa.
ADPUF 28 Lug 2017 20:32
Tony the Ice Man 20:11, venerdì 28 luglio 2017:

> On 07/28/17 7:01 AM, Bruno Campanini wrote:
>> It happens that Klaram formulated :
>>> Bruno Campanini ha pensato forte :
>>> Non conosco il testo né l'autore, ma l'uso intelligente e
>>> voluto di
>>> dialettismi non è affatto da fessacchiotti.
>>> Berluccicare (bërlusé/sbërlusé) non significa solo
>>> "luccicare"
>>> (lusé), ma è un luccichio in movimento, come, ad esempio,
>>> quello dell'acqua.
>>> Però non è detto che sia un piemontesismo, si trova anche
>>> al Sud. In Camilleri sbarluccicare diventa sparluccicari.
>> Quando si scrive una parola che non è nei dizionari della
>> nostra ******* ancorché corrispondente a un dialettismo
>> nostrano, direi ch'è d'uopo annotarne il significato.
>> Ove ciò non avvenga chi legge può anche legittimamente
>> considerar fessacchiotto chi l'ha scritta.
>> L'attributo fessacchiotto potrebbe anche essere girato
>> all'OP laddove l'annotazione esistesse e questi non l'avesse
>> letta. Ma è un'ipotesi che nella circostanza non mi pare
>> plausibile. Che poi a te ne sia noto il significato, buon
>> per te... ma non per me.
>
> Buon anche per Ugo Riccarelli, che questa parola non è stata
> notata dalla commissione che gli ha attribuito il premio
> Strega per questo romanzo. Communque, morì, come morì Mark
> Twain, uno scrittore americano che ha anche usato il dialetto
> per esprimere al lettore l'ambienza del suo soggetto così
> hanno solamente i loro capolavori per sostenere le loro
> opinioni.

l'ambiente?

>
> Per quanto riguarda la mia opinione, ti ringrazio per il
> divertamento del tuo i*****letto, e per l'opportunità
> d'imparare due altre parole che non è nello Zingerelli:
> fessacchiotto che è una derivation di fesso, e uòpo, usata
> molto raremente e un po' archaica, che esiste nel dizionario
> con l'ortographia diversa.


arcaica e ortografia
ortographia è una grafia archaica :-)

(io uso le "faccine" perché per iscritto è facile fraintendere
l'intenzione, anche se la mia di solito è scherzosa)


--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Tony the Ice Man 28 Lug 2017 21:16
On 07/28/17 11:32 AM, ADPUF wrote:
> Tony the Ice Man 20:11, venerdì 28 luglio 2017:
>> Buon anche per Ugo Riccarelli, che questa parola non è stata
>> notata dalla commissione che gli ha attribuito il premio
>> Strega per questo romanzo. Communque, morì, come morì Mark
>> Twain, uno scrittore americano che ha anche usato il dialetto
>> per esprimere al lettore l'ambienza del suo soggetto così
>> hanno solamente i loro capolavori per sostenere le loro
>> opinioni.
>
> l'ambiente?

Sì, sì, o forse ambivalenza, accoglienza, apparenza, o indifferenza: un
po' di conoscenza della ******* è una cosa pericolosa.

>> Per quanto riguarda la mia opinione, ti ringrazio per il
>> divertamento del tuo i*****letto, e per l'opportunità
>> d'imparare due altre parole che non è nello Zingerelli:
>> fessacchiotto che è una derivation di fesso, e uòpo, usata
>> molto raremente e un po' archaica, che esiste nel dizionario
>> con l'ortographia diversa.
>
> arcaica e ortografia
> ortographia è una grafia archaica :-)

Sì, in quelli casi, l'ortografia inglese mi aveva infilitrato la mente.

> (io uso le "faccine" perché per iscritto è facile fraintendere
> l'intenzione, anche se la mia di solito è scherzosa)

Capito. Non c'è problema, ma per me fanno allusione ai menu che descrive
i piatti colle foto (che hanno senso solamente in Giappone).
Tony the Ice Man 29 Lug 2017 00:17
On 07/28/17 12:16 PM, Tony the Ice Man wrote:
>> (io uso le "faccine" perché per iscritto è facile fraintendere
>> l'intenzione, anche se la mia di solito è scherzosa)
>
> Capito. Non c'è problema, ma per me fanno allusione ai menu che descrive
> i piatti colle foto (che hanno senso solamente in Giappone).

descrivono

Tolgo il disturbo.
Bruno Campanini 29 Lug 2017 18:35
Tony the Ice Man wrote on 28-07-17 :

> Buon anche per Ugo Riccarelli, che questa parola non è stata notata dalla
> commissione che gli ha attribuito il premio Strega per questo romanzo.
> Communque, morì, come morì Mark Twain, uno scrittore americano che ha anche
> usato il dialetto per esprimere al lettore l'ambienza del suo soggetto così
> hanno solamente i loro capolavori per sostenere le loro opinioni.
Io non ho recriminato sull'uso del dialetto... ma ritengo inutile
ribadirne il concetto.

<ambienza> non è italiano... non solo perché non sia nei dizionari.
Comunque il tuo periodare, che non mi va di commentare in dettaglio,
è sintatticamente mal costruito...

> Per quanto riguarda la mia opinione, ti ringrazio per il divertamento del tuo
> i*****letto, e per l'opportunità d'imparare due altre parole che non è nello

> Zingerelli: fessacchiotto che è una derivation di fesso, e uòpo, usata molto

> raremente e un po' archaica, che esiste nel dizionario con l'ortographia
> diversa.
... e grammaticalmente scorretto.

Fessacchiotto, orsacchiotto, furbacchiotto, lupacchiotto e altri,
siano o meno riportati sui dizionari, sono corretti diminutivi di
parole italiane.

Uopo è altro italianissimo lemma, l'usava anche Dante, e si scrive
uopo.
Chi lo vede scritto diversamente (uòpo è accezione esplicativa solo
della pronuncia) dovrebbe lamentarsi con l'editore ovvero
recarsi dall'oculista.

Bruno
Tony the Ice Man 30 Lug 2017 21:47
On 07/29/17 9:35 AM, Bruno Campanini wrote:
> Tony the Ice Man wrote on 28-07-17 :
>> Buon anche per Ugo Riccarelli, che questa parola non è stata notata
>> dalla commissione che gli ha attribuito il premio Strega per questo
>> romanzo. Communque, morì, come morì Mark Twain, uno scrittore
>> americano che ha anche usato il dialetto per esprimere al lettore
>> l'ambienza del suo soggetto così hanno solamente i loro capolavori per
>> sostenere le loro opinioni.
> Io non ho recriminato sull'uso del dialetto... ma ritengo inutile
> ribadirne il concetto.
>
> <ambienza> non è italiano... non solo perché non sia nei dizionari.
> Comunque il tuo periodare, che non mi va di commentare in dettaglio,
> è sintatticamente mal costruito...

OK. Non aspetto che tutti vogliano contribuire al mio apprendimento
della ******* straniera. Ma apprezzo molto quelli che mostrino pazienza,
anche se non sempre mostro pazienza con altri che imparono inglese.

Per quando riguarda il cosiddetto periodare, tu capisci poco di me,
anche se ti dica d'intendersi di tutto. Infatti, giociamo nelle serie
diverse. Allora, i migliori auguri, e tolgo il disturbo.

(Mi piace questa espressione italiana che ho imparato ricentemente!
Intendo usarla troppo.)
Mad Prof 30 Lug 2017 21:53
Tony the Ice Man <antonio_foNOSPAM@yahoo.it> wrote:

> Allora, i migliori auguri, e tolgo il disturbo.
>
> (Mi piace questa espressione italiana che ho imparato ricentemente!
> Intendo usarla troppo.)

Non capisco cosa vuoi dire con "tolgo il disturbo". Quell'espressione
avrebbe senso se tu stessi annunciando di voler abbandonare il gruppo.
Credo (e spero) che non sia questo il caso…

--
73 is the Chuck Norris of numbers.
Tony the Ice Man 31 Lug 2017 06:04
On 07/30/17 12:53 PM, Mad Prof wrote:
> Tony the Ice Man <antonio_foNOSPAM@yahoo.it> wrote:
>> Allora, i migliori auguri, e tolgo il disturbo.
>> (Mi piace questa espressione italiana che ho imparato ricentemente!
>> Intendo usarla troppo.)
> Non capisco cosa vuoi dire con "tolgo il disturbo". Quell'espressione
> avrebbe senso se tu stessi annunciando di voler abbandonare il gruppo.
> Credo (e spero) che non sia questo il caso…

No, intendevo soltanto la conversazione che diventava te*****sa. Forse
un'espressione drammatica, ma non dimenticare che con tutto quello che
scrivo, sono sempre giocoso. L'italiano per me non è una *******
collegata al lavoro neppure alla parte seria della vita. (Non è un
commento sulla ******* stessa, ma piuttosto sul fatto che il mio daffare
è profondamente coinvolto nella ******* inglese.)

Riguardo all'espressione, non ho ancora visto il film di Dino Risi, ma
mi piaciono altre opere del regista, e lo vedrò in the fullness of time.
Bruno Campanini 31 Lug 2017 09:46
30-07-17 - Tony the Ice Man ha scritto:
> On 07/29/17 9:35 AM, Bruno Campanini wrote:
>> Tony the Ice Man wrote on 28-07-17 :
>>> Buon anche per Ugo Riccarelli, che questa parola non è stata notata dalla
>>> commissione che gli ha attribuito il premio Strega per questo romanzo.
>>> Communque, morì, come morì Mark Twain, uno scrittore americano che ha
>>> anche usato il dialetto per esprimere al lettore l'ambienza del suo
>>> soggetto così hanno solamente i loro capolavori per sostenere le loro
>>> opinioni.
>> Io non ho recriminato sull'uso del dialetto... ma ritengo inutile
>> ribadirne il concetto.
>>
>> <ambienza> non è italiano... non solo perché non sia nei dizionari.
>> Comunque il tuo periodare, che non mi va di commentare in dettaglio,
>> è sintatticamente mal costruito...
>
> OK. Non aspetto che tutti vogliano contribuire al mio apprendimento della
> ******* straniera. Ma apprezzo molto quelli che mostrino pazienza, anche se
> non sempre mostro pazienza con altri che imparono inglese.
>
> Per quando riguarda il cosiddetto periodare, tu capisci poco di me, anche se
> ti dica d'intendersi di tutto. Infatti, giociamo nelle serie diverse. Allora,
> i migliori auguri, e tolgo il disturbo.
>
> (Mi piace questa espressione italiana che ho imparato ricentemente! Intendo
> usarla troppo.)

Pensavo che la tua ******* madre fosse l'italiano...
Già frequenta questo NG un poliglotta, Wolf***** (tedesco)
che parla, fra le altre lingue, un ottimo italiano.

Mi associo all'invito di Mad Prof, rimani anche tu,
produrrai senz'altro un utile scambio d'informazioni.

Bruno
ADPUF 31 Lug 2017 22:50
Tony the Ice Man 21:47, domenica 30 luglio 2017:

> (Mi piace questa espressione italiana che ho imparato
> ricentemente!

recentemente

oppure "di recente" o "da poco"


> Intendo usarla troppo.)

No, "troppo" qui non va bene.

"Molto", oppure "spesso".

Intendo usarla molto.
Intendo usarla spesso.


Andrebbe bene al passato:
"L'ho usata troppo (spesso)."


--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Mad Prof 31 Lug 2017 22:53
ADPUF <flyhunter@mosq.it.invalid> wrote:

> Tony the Ice Man 21:47, domenica 30 luglio 2017:

>> Intendo usarla troppo.)
>
> No, "troppo" qui non va bene.
>
> "Molto", oppure "spesso".
>
> Intendo usarla molto.
> Intendo usarla spesso.
>
>
> Andrebbe bene al passato:
> "L'ho usata troppo (spesso)."

Non è un problema di passato o futuro. È l'accostamento a "intendo" che
stride. In troppo è implicita una valutazione negativa, quindi non ha
molto senso dire che uno intende fare qualcosa troppo.
Si potrebbe però dire "NON intendo usarla troppo" senza alcun problema…

--
73 is the Chuck Norris of numbers.
Tony the Ice Man 1 Ago 2017 04:39
On 07/31/17 1:53 PM, Mad Prof wrote:
> ADPUF <flyhunter@mosq.it.invalid> wrote:
>> Tony the Ice Man 21:47, domenica 30 luglio 2017:
>>> Intendo usarla troppo.)
>> No, "troppo" qui non va bene.
>> "Molto", oppure "spesso".
>> Intendo usarla molto.
>> Intendo usarla spesso.
>> Andrebbe bene al passato:
>> "L'ho usata troppo (spesso)."
> Non è un problema di passato o futuro. È l'accostamento a "intendo" che
> stride. In troppo è implicita una valutazione negativa, quindi non ha
> molto senso dire che uno intende fare qualcosa troppo.
> Si potrebbe però dire "NON intendo usarla troppo" senza alcun problema…

OK. Ho provato un po' dell'ironia. Dapprima ho scritto "abusarla" perché
non ero riuscito a trovare la parola "soprausare" nel vocabulario. In
inglese si può dire "overuse."

Ma, vedere la reazione a "tolgo il disturbo," mi sembra che sia
un'espressione melodrammatico, allora forse non l'userò tanto quanto ci
pensavo prima.
Tony the Ice Man 1 Ago 2017 04:41
On 07/31/17 12:46 AM, Bruno Campanini wrote:
> Pensavo che la tua ******* madre fosse l'italiano...
> Già frequenta questo NG un poliglotta, Wolf***** (tedesco)
> che parla, fra le altre lingue, un ottimo italiano.

Niente. Non sono poliglotta come Wolf***** e non c'è paragone tra la sua
abiliità in italiano e la mia.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Usare correttamente la lingua italiana | Tutti i gruppi | it.cultura.linguistica.italiano | Notizie e discussioni linguistica italiano | Linguistica italiano Mobile | Servizio di consultazione news.