Usare correttamente la lingua italiana
 

come si traduce calle?

Nisba 22 Giu 2017 20:07
e quanto è duro calle lo scendere e il salir per l'altrui scale

grazie
Bruno Campanini 22 Giu 2017 21:41
22-06-17 - Nisba ha scritto:
> e quanto è duro calle lo scendere e il salir per l'altrui scale

Calle dev'essere il nome poetico per callo, infatti qui si vuol
significare che a forza di sali-scendi si forma appunto un callo
duro.

Però altrove lo stesso scrive "ora sen va per un secreto calle",
talché mi sorge un dubbio.
Forse ti conviene consultare un dizionario online... si spende poco.

Bruno
ADPUF 22 Giu 2017 23:14
Bruno Campanini 21:41, giovedì 22 giugno 2017:
> 22-06-17 - Nisba ha scritto:
>> e quanto è duro calle lo scendere e il salir per l'altrui
>> scale
>
> Calle dev'essere il nome poetico per callo, infatti qui si
> vuol significare che a forza di sali-scendi si forma appunto
> un callo duro.
>
> Però altrove lo stesso scrive "ora sen va per un secreto
> calle", talché mi sorge un dubbio.
> Forse ti conviene consultare un dizionario online... si
> spende poco.


A Venessia una calle è una stradetta.

http://www.veneziatiamo.eu/castello3.html


--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
ADPUF 22 Giu 2017 23:17
Bruno Campanini 21:41, giovedì 22 giugno 2017:

> Forse ti conviene consultare un dizionario online... si
> spende poco.


Io ho studiato la DC sul Sapegno, dove c'erano le note a piè
pagina.


--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Roger 23 Giu 2017 00:13
Nisba ha scritto:

> e quanto è duro calle lo scendere e il salir per l'altrui scale

Cammino, via.

La terzina completa:

» Tu proverai sì come sa di sale
» lo pane altrui. e come è duro calle
» lo scendere e'l salir per l'altrui scale.

Come è amaro il pane che dovrai chiedere ad altri e come è duro
cammino quello di chi deve scendere a salire le scale delle case
in cui viene ospitato.
Si riferisce, ovviamente, al proprio esilio.

--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Giacobino da Tradate 23 Giu 2017 00:26
Il 23/06/2017 00:13, Roger ha scritto:

> Come è amaro il pane che dovrai chiedere ad altri

no no non e' amaro, non e' metafora, e' proprio salatissimo di gusto,
questo rispetto al pane standard toscano che mangiava Dante.

In realta' per le nostre abitutini e' il pane toscano che e' totalmente
insipido, non si sa come fanno a mangiarlo.




e come è duro
> cammino quello di chi deve scendere a salire le scale delle case
> in cui viene ospitato.
> Si riferisce, ovviamente, al proprio esilio.
>
abc 23 Giu 2017 07:42
Il 22/06/2017 20.07, Nisba ha scritto:
> e quanto è duro calle lo scendere e il salir per l'altrui scale
>
> grazie

Qui c'è l'Inferno commentato:
http://www.sek.nyme.hu/btk/flli/romanisztika/OKTATSARS%20DOCENDI/TANANYAGOK%20(OKTAT%C3%93%20SZERINT)/ANTONIO%20SCIACOVELLI/LETTERATURA/DANTE/TESTI/Dante%20Inferno%20con%20commento.pdf
Voce dalla Germania 23 Giu 2017 08:34
Giacobino da Tradate hat am 23.06.2017 um 00:26 geschrieben:
> Il 23/06/2017 00:13, Roger ha scritto:
>
>> Come è amaro il pane che dovrai chiedere ad altri
>
> no no non e' amaro, non e' metafora, e' proprio salatissimo
> di gusto, questo rispetto al pane standard toscano che
> mangiava Dante.
>
> In realta' per le nostre abitutini e' il pane toscano che e'
> totalmente insipido, non si sa come fanno a mangiarlo.


Mai stato in Toscana?
Mai mangiato salami toscani o zuppe tipiche toscane?
androidino da tradate 23 Giu 2017 09:07
"Nisba" <fresbee@alice.it> ha scritto:

> e quanto è duro calle

In spagnolo, "calle" è la via.



--
illuminismo e razionalità


----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.sinaapp.com/
androidino da tradate 23 Giu 2017 09:12
Voce dalla Germania <traduttore@sags-per-mail.de> ha scritto:
>> e' il pane toscano che e'
>> totalmente insipido

> Mai stato in Toscana?

Sì, il loro pane fa schifo

> Mai mangiato salami toscani o zuppe tipiche toscane?

Non escludo, ma non ne serbo ricordo. Dopo "amici miei" non penso
di ordinare zuppe.
--
illuminismo e razionalità


----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.sinaapp.com/
Roger 23 Giu 2017 09:58
abc ha scritto:

> Il 22/06/2017 20.07, Nisba ha scritto:
>> e quanto è duro calle lo scendere e il salir per l'altrui scale
>>
>> grazie
>
> Qui c'è l'Inferno commentato:
>
http://www.sek.nyme.hu/btk/flli/romanisztika/OKTATSARS%20DOCENDI/TANANYAGOK%20(OKTAT%C3%93%20SZERINT)/ANTONIO%20SCIACOVELLI/LETTERATURA/DANTE/TESTI/Dante%20Inferno%20con%20commento.pdf

Sì, però i versi in oggetto si trovano nel Paradiso (XVII 58-60)

--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
abc 23 Giu 2017 12:55
Il 23/06/2017 09.58, Roger ha scritto:
> abc ha scritto:
>
>> Il 22/06/2017 20.07, Nisba ha scritto:
>>> e quanto è duro calle lo scendere e il salir per l'altrui scale
>>>
>>> grazie
>>
>> Qui c'è l'Inferno commentato:
>>
http://www.sek.nyme.hu/btk/flli/romanisztika/OKTATSARS%20DOCENDI/TANANYAGOK%20(OKTAT%C3%93%20SZERINT)/ANTONIO%20SCIACOVELLI/LETTERATURA/DANTE/TESTI/Dante%20Inferno%20con%20commento.pdf
>>
>
> Sì, però i versi in oggetto si trovano nel Paradiso (XVII 58-60)
>

ops! è il caldo (infernale) ;-)

Eccolo il paradiso:
http://www.bdtf.hu/btk/flli/romanisztika/OKTATSARS%20DOCENDI/TANANYAGOK%20(OKTAT%C3%93%20SZERINT)/ANTONIO%20SCIACOVELLI/LETTERATURA/DANTE/TESTI/Dante%20Paradiso%20con%20commento.pdf
Giovanni Drogo 23 Giu 2017 14:17
> ops! è il caldo (infernale) ;-)

d'altra parte anche nel primo dell'Inferno si cita il "pianeta che mena
dritto altrui per dritto calle"
Fathermckenzie 23 Giu 2017 14:34
Il 23/06/2017 00:26, Giacobino da Tradate ha scritto:
> In realta' per le nostre abitutini e' il pane toscano che e' totalmente
> insipido, non si sa come fanno a mangiarlo.

Si vede che sono ipertesi.

--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
Klaram 23 Giu 2017 15:19
Il 23/06/2017, Giacobino da Tradate ha detto :
> Il 23/06/2017 00:13, Roger ha scritto:
>
>> Come è amaro il pane che dovrai chiedere ad altri
>
> no no non e' amaro, non e' metafora, e' proprio salatissimo di gusto, questo
> rispetto al pane standard toscano che mangiava Dante.


Certo era realtà, ma è anche metafora come le scale, perché l'esilio
lo fa sentire ancora più salato.

k
Roger 23 Giu 2017 16:07
Klaram ha scritto:

> Il 23/06/2017, Giacobino da Tradate ha detto :
>> Il 23/06/2017 00:13, Roger ha scritto:
>>
>>> Come è amaro il pane che dovrai chiedere ad altri
>>
>> no no non e' amaro, non e' metafora, e' proprio salatissimo di gusto,
>> questo rispetto al pane standard toscano che mangiava Dante.
>
>
> Certo era realtà, ma è anche metafora [...]

Direi che è solo metafora e che quel "sa di sale" non ha nulla a che
vedere con
le proprietà organolettiche del pane ricevuto dagli altri.

--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Roger 23 Giu 2017 17:08
Giovanni Drogo ha scritto:

>> ops! è il caldo (infernale) ;-)
>
> d'altra parte anche nel primo dell'Inferno si cita il "pianeta che mena
> dritto altrui per dritto calle"

"... per ogne calle"

--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Valerio Vanni 23 Giu 2017 17:57
On Fri, 23 Jun 2017 14:34:54 +0200, Fathermckenzie
<fathermckenzie@fathermckenzie.edu> wrote:

>Il 23/06/2017 00:26, Giacobino da Tradate ha scritto:
>> In realta' per le nostre abitutini e' il pane toscano che e' totalmente
>> insipido, non si sa come fanno a mangiarlo.
>
>Si vede che sono ipertesi.

In compenso c'è la schiacciata col sale a vista.
Se si esagera da una parte bisogna contenersi da un'altra :-)


--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
ADPUF 24 Giu 2017 00:08
Roger 16:07, venerdì 23 giugno 2017:
> Klaram ha scritto:
>> Il 23/06/2017, Giacobino da Tradate ha detto :
>>> Il 23/06/2017 00:13, Roger ha scritto:
>>>
>>>> Come è amaro il pane che dovrai chiedere ad altri
>>>
>>> no no non e' amaro, non e' metafora, e' proprio salatissimo
>>> di gusto, questo rispetto al pane standard toscano che
>>> mangiava Dante.
>>
>>
>> Certo era realtà, ma è anche metafora [...]
>
> Direi che è solo metafora e che quel "sa di sale" non ha
> nulla a che vedere con
> le proprietà organolettiche del pane ricevuto dagli altri.


Una volta il sale costicchiava più d'adesso.

Del resto sale -> salario.


--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Roger 24 Giu 2017 08:52
ADPUF ha scritto:

> [...]

> Una volta il sale costicchiava più d'adesso.
>
> Del resto sale -> salario.

E forse anche «salato» nel senso di costoso.

--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Usare correttamente la lingua italiana | Tutti i gruppi | it.cultura.linguistica.italiano | Notizie e discussioni linguistica italiano | Linguistica italiano Mobile | Servizio di consultazione news.