Usare correttamente la lingua italiana
 

Strana concordanza

Wolfgang 27 Apr 2017 10:58
Giovedì 27 aprile 2017 10:35:06 UTC+2 Maurizio Pistone ha scritto:
> [...]
> ma se c'è un paese in cui la distinzione tra potere esecutivo
> e potere legislativo è custodita con estremo puntiglio,
> *questo sono* gli Stati Uniti.

Ecco il verbo concordarsi, anziché col soggetto, col predicato nominale!

Interessante d'altronde che una traduzione della frase in tedesco
produca la stessa strana concordanza: «*das sind* die USA.»

Ciao,
Wolf*****
Maurizio Pistone 27 Apr 2017 11:53
Wolf***** <wm@ariannuccia.de> wrote:

>> ma se c'è un paese in cui la distinzione tra potere esecutivo
>> e potere legislativo è custodita con estremo puntiglio,
>> *questo sono* gli Stati Uniti.
>
> Ecco il verbo concordarsi, anziché col soggetto, col predicato nominale!
>
> Interessante d'altronde che una traduzione della frase in tedesco
> produca la stessa strana concordanza: «*das sind* die USA.»

non so in tedesco, ma in italiano è un rovello non da poco

--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Wolfgang 27 Apr 2017 12:15
Giovedì 27 aprile 2017 11:53:27 UTC+2 Maurizio Pistone ha scritto:
>
> Wolf***** <wm@ariannuccia.de> wrote:
>>
>> Giovedì 27 aprile 2017 10:35:06 UTC+2 Maurizio Pistone ha scritto:
>>> ma se c'è un paese in cui la distinzione tra potere esecutivo
>>> e potere legislativo è custodita con estremo puntiglio,
>>> *questo sono* gli Stati Uniti.
>>
>> Ecco il verbo concordarsi, anziché col soggetto, col predicato nominale!
>>
>> Interessante d'altronde che una traduzione della frase in tedesco
>> produca la stessa strana concordanza: «*das sind* die USA.»
>
> non so in tedesco, ma in italiano è un rovello non da poco

Un rovello? In che senso? A te dà fasti*****?

Ciao,
Wolf*****
Aietes 27 Apr 2017 13:11
Maurizio Pistone <scrivimi@mauriziopistone.it> ha scritto:

> Wolf***** <wm@ariannuccia.de> wrote:
>
>>> ma se c'è un paese in cui la distinzione tra potere esecutivo
>>> e potere legislativo è custodita con estremo puntiglio,
>>> *questo sono* gli Stati Uniti.
>>
>> Ecco il verbo concordarsi, anziché col soggetto, col predicato nominale!
>>
>> Interessante d'altronde che una traduzione della frase in tedesco
>> produca la stessa strana concordanza: «*das sind* die USA.»
>
> non so in tedesco, ma in italiano è un rovello non da poco
>
una domanda, se posso:

"questo è gli Stati Uniti"
"questo sono gli Stati Uniti"
sarebbero le possibilità "corrette"?

o si potrebbe dire anche "questi sono gli Stati Uniti"?
questa non mi stona...

grazie
Alessandro
Voce dalla Germania 27 Apr 2017 14:03
Aietes hat am 27.04.2017 um 13:11 geschrieben:
> Maurizio Pistone <scrivimi@mauriziopistone.it> ha scritto:
>
>> Wolf***** <wm@ariannuccia.de> wrote:
>>
>>>> ma se c'è un paese in cui la distinzione tra potere esecutivo
>>>> e potere legislativo è custodita con estremo puntiglio,
>>>> *questo sono* gli Stati Uniti.
>>>
>>> Ecco il verbo concordarsi, anziché col soggetto, col predicato nominale!
>>>
>>> Interessante d'altronde che una traduzione della frase in tedesco
>>> produca la stessa strana concordanza: «*das sind* die USA.»
>>
>> non so in tedesco, ma in italiano è un rovello non da poco
>>
> una domanda, se posso:
>
> "questo è gli Stati Uniti"
> "questo sono gli Stati Uniti"
> sarebbero le possibilità "corrette"?
>
> o si potrebbe dire anche "questi sono gli Stati Uniti"?
> questa non mi stona...


Come quasi sempre, dipende dal contesto, qui dal resto della
frase.
Se la frase è tutta lì, va bene solo "Questi sono gli Stati
Uniti", "Questa è l'Italia", "Questo è il Cile", "Queste
sono le Nazioni Unite".

Wolf***** ha però presentato l'esempio "Se c'è un paese ...,
questo ...". Qui va bene solo "questo (perché è UN paese)
sono/è (a seconda se dopo viene un paese con nome plurale,
come gli Stati Uniti o gli Emirati Arabi Uniti, o singolare
come Italia, Cile ecc.).
Barone Barolo 27 Apr 2017 14:28
On Thursday, April 27, 2017 at 9:59:28 AM UTC+1, Wolf***** wrote:
> Giovedì 27 aprile 2017 10:35:06 UTC+2 Maurizio Pistone ha scritto:
>> [...]
>> ma se c'è un paese in cui la distinzione tra potere esecutivo
>> e potere legislativo è custodita con estremo puntiglio,
>> *questo sono* gli Stati Uniti.
>
> Ecco il verbo concordarsi, anziché col soggetto, col predicato nominale!
>
> Interessante d'altronde che una traduzione della frase in tedesco
> produca la stessa strana concordanza: «*das sind* die USA.»

Interessante.
D'altra parte il verbo si concorda per definizione con il soggetto, e l'ordine
dei costituenti della frase in italiano non è rigido, per cui tenderei a
interpretare la frase di cui sopra come "gli Stati Uniti sono questo paese
(cioè il paese in cui la distinzione ecc.)".

-- bb
Aietes 27 Apr 2017 18:07
Voce dalla Germania <traduttore@sags-per-mail.de> ha scritto:

> Aietes hat am 27.04.2017 um 13:11 geschrieben:
>> Maurizio Pistone <scrivimi@mauriziopistone.it> ha scritto:
>>
>>> Wolf***** <wm@ariannuccia.de> wrote:
>>>
>>>>> ma se c'è un paese in cui la distinzione tra potere esecutivo
>>>>> e potere legislativo è custodita con estremo puntiglio,
>>>>> *questo sono* gli Stati Uniti.
>>>>
>>>> Ecco il verbo concordarsi, anziché col soggetto, col predicato nominale!
>>>>
>>>> Interessante d'altronde che una traduzione della frase in tedesco
>>>> produca la stessa strana concordanza: «*das sind* die USA.»
>>>
>>> non so in tedesco, ma in italiano è un rovello non da poco
>>>
>> una domanda, se posso:
>>
>> "questo è gli Stati Uniti"
>> "questo sono gli Stati Uniti"
>> sarebbero le possibilità "corrette"?
>>
>> o si potrebbe dire anche "questi sono gli Stati Uniti"?
>> questa non mi stona...
>
>
> Come quasi sempre, dipende dal contesto, qui dal resto della
> frase.
> Se la frase è tutta lì, va bene solo "Questi sono gli Stati
> Uniti", "Questa è l'Italia", "Questo è il Cile", "Queste
> sono le Nazioni Unite".
>
> Wolf***** ha però presentato l'esempio "Se c'è un paese ...,
> questo ...". Qui va bene solo "questo (perché è UN paese)
> sono/è (a seconda se dopo viene un paese con nome plurale,
> come gli Stati Uniti o gli Emirati Arabi Uniti, o singolare
> come Italia, Cile ecc.).

certo, intendevo nel contensto della frase :)
a me suonava meno peggio, visto che la frase è lunghetta e "qeusti sono gli
Stati Uniti" raggiungeva una sua autonomia...
ma se dici che è del tutto sbagliato, non insisto :)
Grazie
Alessandro
Klaram 27 Apr 2017 18:32
Il 27/04/2017, Klaram a l'ha scrit:
> Aietes ha scritto:

> una domanda, se posso:
>
> "questo è gli Stati Uniti"
> "questo sono gli Stati Uniti"
> sarebbero le possibilità "corrette"?

Sì.
Nella seconda il soggetto è gli Stati Uniti, c'è solo stato uno
spostamento a sinistra del predicato nominale.

Guarda che cosa hanno combinato, questo sono gli Stati Uniti!

Diverso è in caso in oggetto:

"se c'è un paese che... questo è gli Stati Uniti, questo è la Francia,
questo è Le Filippine.

Perché il soggetto è "questo", che riprende "un paese".

Anche al fem.: "se c'è una nazione affascinante, questa è gli Stati
Uniti.

k
Tony the Ice Man 28 Apr 2017 04:29
On 04/27/17 1:58 AM, Wolf***** wrote:
> Giovedì 27 aprile 2017 10:35:06 UTC+2 Maurizio Pistone ha scritto:
>> [...]
>> ma se c'è un paese in cui la distinzione tra potere esecutivo
>> e potere legislativo è custodita con estremo puntiglio,
>> *questo sono* gli Stati Uniti.
> Ecco il verbo concordarsi, anziché col soggetto, col predicato nominale!
> Interessante d'altronde che una traduzione della frase in tedesco
> produca la stessa strana concordanza: «*das sind* die USA.»

Per quanto riguarda inglese, si dice
This is the United States...
o
These are the United States.

Non si dice mai
This are the United States...
o
These is the United States.
Voce dalla Germania 28 Apr 2017 08:54
Wolf***** hat am 27.04.2017 um 10:58 geschrieben:
> Giovedì 27 aprile 2017 10:35:06 UTC+2 Maurizio Pistone ha
> scritto:
>> [...]
>> ma se c'è un paese in cui la distinzione tra potere esecutivo
>> e potere legislativo è custodita con estremo puntiglio,
>> *questo sono* gli Stati Uniti.
>
> Ecco il verbo concordarsi, anziché col soggetto, col
> predicato nominale!


Questa tua frase era sfuggita anche a me, però,
ripensandoci, secondo me nella frase "questo (Paese) sono
gli Stati Uniti" il soggetto è "gli Stati Uniti" e "questo"
è il predicato nominale.
Wolfgang 28 Apr 2017 09:12
Venerdì 28 aprile 2017 04:29:08 UTC+2 Tony the Ice Man ha scritto:
>
> On 04/27/17 1:58 AM, Wolf***** wrote:
>>
>> Giovedì 27 aprile 2017 10:35:06 UTC+2 Maurizio Pistone ha scritto:
>>> [...]
>>> ma se c'è un paese in cui la distinzione tra potere esecutivo
>>> e potere legislativo è custodita con estremo puntiglio,
>>> *questo sono* gli Stati Uniti.
>>
>> Ecco il verbo concordarsi, anziché col soggetto, col predicato
>> nominale!
>>
>> Interessante d'altronde che una traduzione della frase in tedesco
>> produca la stessa strana concordanza: «*das sind* die USA.»
>
> Per quanto riguarda inglese, si dice
> This is the United States...
> o
> These are the United States.t
>
> Non si dice mai
> This are the United States...
> o
> These is the United States.

Tenendo però conto del contesto, non hai scelta: vale unicamente il
singolare del pronome dimostrativo. Cerco di tradurre l'intera frase:

"But if there is a country where the distinction between
executive and legislative powers is watched with ******* care, *this*
[sc. country] is the United States."

D'altra parte il problema dei numeri disuguali di soggetto e
predicato nominale non si pone in inglese, visto che "United States"
si può benissimo concordare con un verbo al singolare. Quindi, per
un'*****isi che tenga veramente conto del problema, dovremmo
ricorrere al nome di uno Stato che fosse un vero e proprio plurale
anche in inglese, ad esempio United Arab Emirates. Ho però paura che
anche questo nome si possa concordare con un verbo al singolare,
esattamente come United States. Che fare?

Ciao,
Wolf*****
Maurizio Pistone 28 Apr 2017 13:14
Wolf***** <wm@ariannuccia.de> wrote:

>
>>> Ecco il verbo concordarsi, anziché col soggetto, col predicato nominale!
>>>
>>> Interessante d'altronde che una traduzione della frase in tedesco
>>> produca la stessa strana concordanza: «*das sind* die USA.»
>>
>> non so in tedesco, ma in italiano è un rovello non da poco
>
> Un rovello? In che senso? A te dà fasti*****?

un rovello su cui mi arrovello


--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Roger 28 Apr 2017 15:51
Wolf***** ha scritto:

> Giovedì 27 aprile 2017 10:35:06 UTC+2 Maurizio Pistone ha scritto:
>> [...]
>> ma se c'è un paese in cui la distinzione tra potere esecutivo
>> e potere legislativo è custodita con estremo puntiglio,
>> *questo sono* gli Stati Uniti.
>
> Ecco il verbo concordarsi, anziché col soggetto, col predicato nominale!
>
> Interessante d'altronde che una traduzione della frase in tedesco produca la
> stessa strana concordanza: «*das sind* die USA.»

C'è da osservare che il «das» tedesco è un pronome senza genere né
numero.
Infatti puoi dire:

Das ist mein Bruder
Das ist meine Schwester
Das sind meine Brüder
Das sind meine Schwestern

--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Bruno Campanini 28 Apr 2017 17:59
on 28-04-17, Maurizio Pistone supposed :
> Wolf***** <wm@ariannuccia.de> wrote:
>
>>
>>>> Ecco il verbo concordarsi, anziché col soggetto, col predicato nominale!
>>>>
>>>> Interessante d'altronde che una traduzione della frase in tedesco
>>>> produca la stessa strana concordanza: «*das sind* die USA.»
>>>
>>> non so in tedesco, ma in italiano è un rovello non da poco
>>
>> Un rovello? In che senso? A te dà fasti*****?
>
> un rovello su cui mi arrovello

Io mi arrovello di meno ed uso "questi".

Bruno
Mad Prof 28 Apr 2017 20:43
Wolf***** <wm@ariannuccia.de> wrote:

> Tenendo però conto del contesto, non hai scelta: vale unicamente il
> singolare del pronome dimostrativo. Cerco di tradurre l'intera frase:
>
> "But if there is a country where the distinction between
> executive and legislative powers is watched with ******* > care,
*this* [sc. country] is the United States."

Come menzionato da altri, la frase potrebbe anche leggersi:

"But if there is a country where the distinction between
executive and legislative powers is watched with ******* care, the
United States are this country."

--
73 is the Chuck Norris of numbers.
Wolfgang 28 Apr 2017 20:46
Venerdì 28 aprile 2017 alle 15:51:20 UTC+2 Roger ha scritto:
>
> Wolf***** ha scritto:
>
>> Giovedì 27 aprile 2017 10:35:06 UTC+2 Maurizio Pistone ha scritto:
>>> [...]
>>> ma se c'è un paese in cui la distinzione tra potere esecutivo
>>> e potere legislativo è custodita con estremo puntiglio,
>>> *questo sono* gli Stati Uniti.
>>
>> Ecco il verbo concordarsi, anziché col soggetto, col predicato
>> nominale!
>>
>> Interessante d'altronde che una traduzione della frase in tedesco
>> produca la stessa strana concordanza: «*das sind* die USA.»
>
> C'è da osservare che il «das» tedesco è un pronome senza genere né
> numero.
> Infatti puoi dire:
>
> Das ist mein Bruder
> Das ist meine Schwester
> Das sind meine Brüder
> Das sind meine Schwestern

e perfino:

das bin ich
das sind wir
ecc.

Ma nella fattispecie potrei formulare la frase anche con «dieses»,
che suona un po' prolisso e ricercato, ma ha il vantaggio di non
essere un pronome dimostrativo tuttofare come «das», in quanto ha un
genere e un numero ben definiti, cioè neutro singolare.

Ciao,
Wolf*****
Tony the Ice Man 28 Apr 2017 22:47
On 04/28/17 11:43 AM, Mad Prof wrote:
> Wolf***** <wm@ariannuccia.de> wrote:
>> Tenendo però conto del contesto, non hai scelta: vale unicamente il
>> singolare del pronome dimostrativo. Cerco di tradurre l'intera frase:
>>
>> "But if there is a country where the distinction between
>> executive and legislative powers is watched with ******* >> care,
*this* [sc. country] is the United States."
> Come menzionato da altri, la frase potrebbe anche leggersi:
>
> "But if there is a country where the distinction between
> executive and legislative powers is watched with ******* > care,
the United States are this country."

In inglese, "the United States are this country" non va, allora in
questo contesto si deve dire "if there is a country... this country is
the United States" o "if there is a country... the United States is this
country."

Al meno negli Stati Uniti, un paese è un paese, uno stato è uno stato, e
uno stato non può essere un paese. Infatti, abbiamo desciso nella guerra
civile, 150 anni fa, che anche alcuni stati non possono essere un paese.

NB: La parola inglese "state" può indicare "country" nel contesto di un
"nation state" ma non nel contesto di un "political state" (per
paragone, una regione in Italia).
ADPUF 28 Apr 2017 23:16
Wolf***** 10:58, giovedì 27 aprile 2017:
>
> Interessante d'altronde che una traduzione della frase in
> tedesco produca la stessa strana concordanza: «*das sind* die
> USA.»


Posso sapere dai germanofoni nativi o acquisiti se la
parola "USAmerican" (o "USAmerikan?) è usata comunemente?

(Tra l'altro dovrebbe essere USA=VSA in tedesco, no?)


--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Mad Prof 28 Apr 2017 23:22
Tony the Ice Man <antonio_foNOSPAM@yahoo.it> wrote:
> On 04/28/17 11:43 AM, Mad Prof wrote:
>> Come menzionato da altri, la frase potrebbe anche leggersi:
>>
>> "But if there is a country where the distinction between
>> executive and legislative powers is watched with ******* >> care, the United
States are this country."
>
> In inglese, "the United States are this country" non va, allora in
> questo contesto si deve dire "if there is a country... this country is
> the United States" o "if there is a country... the United States is this
> country."

Grazie per la correzione, non è molto comune trovare un verbo al singolare
con un soggetto al plurale. Il caso contrario invece è molto più comune
(es. verbo al plurale con soggetti come team o altre parole che indicano
una collettività).


> Al meno negli Stati Uniti, un paese è un paese, uno stato è uno stato, e
> uno stato non può essere un paese. Infatti, abbiamo desciso nella guerra
> civile, 150 anni fa, che anche alcuni stati non possono essere un paese.
>
> NB: La parola inglese "state" può indicare "country" nel contesto di un
> "nation state" ma non nel contesto di un "political state" (per
> paragone, una regione in Italia).

Beh, mentre gli Stati Uniti sono un/a country con 50 states, il Regno Unito
è uno state con quattro countries…

--
73 is the Chuck Norris of numbers.
Tony the Ice Man 29 Apr 2017 01:09
On 04/28/17 2:22 PM, Mad Prof wrote:
> Tony the Ice Man <antonio_foNOSPAM@yahoo.it> wrote:
>> On 04/28/17 11:43 AM, Mad Prof wrote:
>>> Come menzionato da altri, la frase potrebbe anche leggersi:
>>>
>>> "But if there is a country where the distinction between
>>> executive and legislative powers is watched with ******* >>> care, the
United States are this country."
>>
>> In inglese, "the United States are this country" non va, allora in
>> questo contesto si deve dire "if there is a country... this country is
>> the United States" o "if there is a country... the United States is this
>> country."
>
> Grazie per la correzione, non è molto comune trovare un verbo al singolare
> con un soggetto al plurale. Il caso contrario invece è molto più comune
> (es. verbo al plurale con soggetti come team o altre parole che indicano
> una collettività).
>
>
>> Al meno negli Stati Uniti, un paese è un paese, uno stato è uno stato, e
>> uno stato non può essere un paese. Infatti, abbiamo desciso nella guerra
>> civile, 150 anni fa, che anche alcuni stati non possono essere un paese.
>>
>> NB: La parola inglese "state" può indicare "country" nel contesto di un
>> "nation state" ma non nel contesto di un "political state" (per
>> paragone, una regione in Italia).
>
> Beh, mentre gli Stati Uniti sono un/a country con 50 states, il Regno Unito
> è uno state con quattro countries…

Forse l'espressione "nation state" non era una scelta adatta perché
include altre connotazioni. Intendevo dire nella nota bene, che la
parola inglese "state" non significa sempre "sovereign state." Per
esempio, gli stati negli Stati Uniti non sono stati sovrani, sono stati
politici.

Il Regno Unito è un "sovereign state" e un "country." Inghilterra,
Scozia, Galles e Irlanda del Nord sono "countries" ma non sono
"sovereign states." Communque, penso che la gente del Regno Unito dica:
"the United Kingdom is a country comprising Great Britain and Northern
Ireland."
ma non dica:
"the United Kingdom are a country comprising Great Britain and Northern
Ireland.

Infatti, il nome vero è "United Kingdom of Great Britain and Northern
Ireland. Non penso che si possa dire "the United Kingdom of Great
Britain and Northern Ireland are a country." Invece, si deve dire "the
United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland is a country."

Mi referisco alla ******* inglese. Per quanto riguarda la *******
italiana, boh!
Fathermckenzie 29 Apr 2017 01:18
Il 28/04/2017 20:46, Wolf***** ha scritto:
> das bin ich
> das sind wir

più o meno come "it's me, it's us" in English

--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
Mad Prof 29 Apr 2017 01:32
Tony the Ice Man <antonio_foNOSPAM@yahoo.it> wrote:
> On 04/28/17 2:22 PM, Mad Prof wrote:


> Il Regno Unito è un "sovereign state" e un "country." Inghilterra,
> Scozia, Galles e Irlanda del Nord sono "countries" ma non sono
> "sovereign states." Communque, penso che la gente del Regno Unito dica:
> "the United Kingdom is a country comprising Great Britain and Northern
> Ireland."
> ma non dica:
> "the United Kingdom are a country comprising Great Britain and Northern
> Ireland.
>
> Infatti, il nome vero è "United Kingdom of Great Britain and Northern
> Ireland. Non penso che si possa dire "the United Kingdom of Great
> Britain and Northern Ireland are a country." Invece, si deve dire "the
> United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland is a country."
>
> Mi referisco alla ******* inglese. Per quanto riguarda la *******
> italiana, boh!

In questo caso mi sembra fuor di dubbio, visto che United Kingdom è
singolare. L'anomalia , ai miei occhi, era il plurale United States che
regge is.

--
73 is the Chuck Norris of numbers.
Mad Prof 29 Apr 2017 02:47
Mad Prof <nospam@mail.invalid> wrote:
> Tony the Ice Man <antonio_foNOSPAM@yahoo.it> wrote:
>> On 04/28/17 2:22 PM, Mad Prof wrote:
>
>
>> Il Regno Unito è un "sovereign state" e un "country." Inghilterra,
>> Scozia, Galles e Irlanda del Nord sono "countries" ma non sono
>> "sovereign states." Communque, penso che la gente del Regno Unito dica:
>> "the United Kingdom is a country comprising Great Britain and Northern
>> Ireland."
>> ma non dica:
>> "the United Kingdom are a country comprising Great Britain and Northern
>> Ireland.
>>
>> Infatti, il nome vero è "United Kingdom of Great Britain and Northern
>> Ireland. Non penso che si possa dire "the United Kingdom of Great
>> Britain and Northern Ireland are a country." Invece, si deve dire "the
>> United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland is a country."
>>
>> Mi referisco alla ******* inglese. Per quanto riguarda la *******
>> italiana, boh!
>
> In questo caso mi sembra fuor di dubbio, visto che United Kingdom è
> singolare. L'anomalia , ai miei occhi, era il plurale United States che
> regge is.

Tra l'altro il fatto che United States of America venga percepito sempre e
comunque come un'entità al singolare, come le altre nazioni (Italia,
Francia, etc…), rende impossibile "tradurre" in inglese il problema di cui
si sta discutendo relativamente all'italiano.

--
73 is the Chuck Norris of numbers.
Tony the Ice Man 29 Apr 2017 03:10
On 04/28/17 4:32 PM, Mad Prof wrote:
> Tony the Ice Man <antonio_foNOSPAM@yahoo.it> wrote:
>> On 04/28/17 2:22 PM, Mad Prof wrote:
>
>
>> Il Regno Unito è un "sovereign state" e un "country." Inghilterra,
>> Scozia, Galles e Irlanda del Nord sono "countries" ma non sono
>> "sovereign states." Communque, penso che la gente del Regno Unito dica:
>> "the United Kingdom is a country comprising Great Britain and Northern
>> Ireland."
>> ma non dica:
>> "the United Kingdom are a country comprising Great Britain and Northern
>> Ireland.
>>
>> Infatti, il nome vero è "United Kingdom of Great Britain and Northern
>> Ireland. Non penso che si possa dire "the United Kingdom of Great
>> Britain and Northern Ireland are a country." Invece, si deve dire "the
>> United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland is a country."
>>
>> Mi referisco alla ******* inglese. Per quanto riguarda la ******* >>
italiana, boh!
>
> In questo caso mi sembra fuor di dubbio, visto che United Kingdom è
> singolare. L'anomalia , ai miei occhi, era il plurale United States che
> regge is.

C`è un'espressione in inglese, "I don't want to beat a dead horse" che
vuol dire che non voglio continuare a parlare dell'argomento dicendo
ancora una volta la stessa cosa. Però, pensare nella mia ******* inglese,
l'uso del singulare non è un'anomalia. Ha senso. Dunque provo di nuovo a
spiegare la logica.

Il nocciolo è la parola "country," singulare. Quando si parla degli
stati nel contesto di un paese, è un'entità singulare. Le parole "United
States" diventono un nome, singulare, come le parole "I fratelli
Karamazov" sono il titolo del romanzo, singulare.

Non si dice "ma se c'è un romanzo in cui la distinzione tra la fede e il
dubbio è spiegata con estremo pregiudizio, questo sono I fratelli
Karamazov. OK, perdonammi, teniamo alla ******* inglese. Non si dice "But
if there is a novel in which the distinction between faith and doubt is
described with ******* prejudice, The Brothers Karamazov are this novel."

Spero che riesca a fidarti di questa prospettiva perché mi sembra che il
cavallo sia ben e veramente battuto a morte.
Mad Prof 29 Apr 2017 04:24
Tony the Ice Man <antonio_foNOSPAM@yahoo.it> wrote:
> On 04/28/17 4:32 PM, Mad Prof wrote:
>> Tony the Ice Man <antonio_foNOSPAM@yahoo.it> wrote:
>>> On 04/28/17 2:22 PM, Mad Prof wrote:
>>
>>
>>> Il Regno Unito è un "sovereign state" e un "country." Inghilterra,
>>> Scozia, Galles e Irlanda del Nord sono "countries" ma non sono
>>> "sovereign states." Communque, penso che la gente del Regno Unito dica:
>>> "the United Kingdom is a country comprising Great Britain and Northern
>>> Ireland."
>>> ma non dica:
>>> "the United Kingdom are a country comprising Great Britain and Northern
>>> Ireland.
>>>
>>> Infatti, il nome vero è "United Kingdom of Great Britain and Northern
>>> Ireland. Non penso che si possa dire "the United Kingdom of Great
>>> Britain and Northern Ireland are a country." Invece, si deve dire "the
>>> United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland is a country."
>>>
>>> Mi referisco alla ******* inglese. Per quanto riguarda la ******* >>>
italiana, boh!
>>
>> In questo caso mi sembra fuor di dubbio, visto che United Kingdom è
>> singolare. L'anomalia , ai miei occhi, era il plurale United States che
>> regge is.
>
> C`è un'espressione in inglese, "I don't want to beat a dead horse" che
> vuol dire che non voglio continuare a parlare dell'argomento dicendo
> ancora una volta la stessa cosa. Però, pensare nella mia ******* inglese,
> l'uso del singulare non è un'anomalia. Ha senso. Dunque provo di nuovo a
> spiegare la logica.
>
> Il nocciolo è la parola "country," singulare. Quando si parla degli
> stati nel contesto di un paese, è un'entità singulare. Le parole "United
> States" diventono un nome, singulare, come le parole "I fratelli
> Karamazov" sono il titolo del romanzo, singulare.
>
> Non si dice "ma se c'è un romanzo in cui la distinzione tra la fede e il
> dubbio è spiegata con estremo pregiudizio, questo sono I fratelli
> Karamazov. OK, perdonammi, teniamo alla ******* inglese. Non si dice "But
> if there is a novel in which the distinction between faith and doubt is
> described with ******* prejudice, The Brothers Karamazov are this novel."
>
> Spero che riesca a fidarti di questa prospettiva perché mi sembra che il
> cavallo sia ben e veramente battuto a morte.

Mi sa che non ci stiamo capendo. Sono tre post che ti sto dando ragione. Ti
stavo solo spiegando perché a un italiano quella costruzione sembra strana,
ma ovviamente non discuto che in inglese sia quella corretta.

--
73 is the Chuck Norris of numbers.
Tony the Ice Man 29 Apr 2017 05:04
On 04/28/17 7:24 PM, Mad Prof wrote:
> Tony the Ice Man <antonio_foNOSPAM@yahoo.it> wrote:

>> Spero che riesca a fidarti di questa prospettiva perché mi sembra che il
>> cavallo sia ben e veramente battuto a morte.
>
> Mi sa che non ci stiamo capendo. Sono tre post che ti sto dando ragione. Ti
> stavo solo spiegando perché a un italiano quella costruzione sembra strana,
> ma ovviamente non discuto che in inglese sia quella corretta.

Et tu, Professore Matto? Il colpo finale al cavallo morto.
Wolfgang 29 Apr 2017 11:07
Venerdì 28 aprile 2017 alle ore 23:16:13 UTC+2 ADPUF ha scritto:
> [...]
> Posso sapere dai germanofoni nativi o acquisiti se la
> parola "USAmerican" (o "USAmerikan?) è usata comunemente?

Gli abitanti diconsi comunemente «Amerikaner», e l'aggettivo
corrispondente è «amerikanisch». Ma quando ci vuole una
precisazione, usano anche «US-Amerikaner», [?u?ɛs?amɘRi'kanɘɐ], e
«US-amerikanisch», [?u?ɛs?amɘRi'kaniʃ] ([?] è lo stød, cioè
l'occlusiva glottidale sorda).

> (Tra l'altro dovrebbe essere USA=VSA in tedesco, no?)

(Mai visto VSA in tedesco, che sembra altrettanto rara quanto SUA in
italiano.)

Ciao,
Wolf*****
Roger 29 Apr 2017 13:32
Fathermckenzie ha scritto:

> Il 28/04/2017 20:46, Wolf***** ha scritto:
>> das bin ich
>> das sind wir
>
> più o meno come "it's me, it's us"

Non proprio: «ich» e «wir» sono nominativi.

> in English

Perché non scrivi "in inglese"? :-)

--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Usare correttamente la lingua italiana | Tutti i gruppi | it.cultura.linguistica.italiano | Notizie e discussioni linguistica italiano | Linguistica italiano Mobile | Servizio di consultazione news.